La Corrireggio festeggia il suo trentennale tra sport e ambientalismo

foto e video di Letizia Cuzzola

Riprendiamoci la città, ma questa volta ballando

“La danza è una poesia in cui ogni parola è un movimento.”
Mata Hari

Legambiente colpisce ancora e questa volta lo ha fatto in una piazza in pieno centro cittadino, piazza Orange. Uno spazio relativamente giovane, completo di fontana (alzi la mano chi l’ha mai vista in funzione) e con un’illuminazione, a detta della gente del posto, assolutamente inesistente, le lampadine una volta fulminate non sono state più sostituite, anzi, hanno provato a cambiarle, una volta, ma senza alcun risultato, a quanto pare non c’è dato di vederla illuminata. Beh polemiche logistiche a parte, l’iniziativa proposta questa volta aveva al centro il ballo, anzi, Il Ballo!

“Riprendiamoci la città!” Questa l’idea lanciata e che continua a dare i suoi frutti in termini di partecipazione, inaspettati a mio dire, dato che il ballo molto spesso viene snobbato per altre più ovvie e più comode forme di svago e cultura. Per una sera la piazza si è trasformata in una Milonga a cielo aperto che, lo spieghiamo per i non addetti ai lavori, oltre ad essere un genere musicale (un tipo di tango per intenderci) è anche un luogo dove poter ballare e socializzare. Una balera in stile argentino che non poteva non destare curiosità nei passanti, che fossero essi a piedi o in automobile, ha catturato lo sguardo di tutti. Chiacchierando con gli spettatori/curiosi, casuali e non, ne è uscito fuori uno straordinario entusiasmo nei confronti dell’iniziativa e la maggior parte dei commenti portavano alle medesime conclusioni: che ce ne vorrebbero molti di più di eventi del genere e che la ripresa della città, oltre che simbolica dovrebbe attuarsi sempre più in qualcosa di fisico e pratico. Il ballo che sia da sala o da strada, che passi per una balera o per una piazza, che sia classico o moderno, hip-hop, caraibico, liscio o rap è una delle migliori forme di aggregazione e di comunicazione non verbale che possa esistere a questo mondo.

articolo e foto di Claudia Toscano

Verso la Corrireggio 2012 inizia L’Odissea degli spazi

Oggi 18 Aprile 2012 presso il Salone dei lampadari di Palazzo San Giorgio si è tenuta la conferenza stampa di presentazione della 30ma edizione della Corrireggio. Come ogni anno il 25 Aprile sarà la giornata dedicata alla marcialonga, ma dal 21 al 28 sarà possibile partecipare a numerosi eventi collaterali: convegni, incontri, spettacoli d’animazione, concerti, proiezioni cinematografiche e blitz artistico- culturali in genere.

La manifestazione, organizzata dalla Legambiente Reggio Calabria, fa parte ormai della storia della città, come sottolineato da Nuccio Barillà durante la conferenza stampa, ed è riuscita ad inserirsi a livello nazionale tra le iniziative più singolari. A distanza di trenta anni il tema riproposto è quello degli spazi urbani: da quelli per la cultura a quelli per lo sport ed il tempo libero, con particolare attenzione all’inaccessibilità di molti luoghi per i diversamente abili. La città è un diritto di tutti ed un diritto troppo spesso negato.

La prima Corrireggio fu una vera e propria sfida in anni bui: si chiedeva l’accesso e la fruibilità di luoghi storicamente e culturalmente chiave; si pose l’accento sulla Collina di Pentimele e l’Arena Lido, strappati al pubblico per interessi privati. La destinazione d’uso dell’Arena a centro congressi finì in una battaglia legale vinta solo a distanza di anni con l’inserimento del progetto di riqualifica all’interno del Decreto Reggio. Ma, come troppo spesso accade a Reggio, il progetto si arenò, è il caso di dirlo… Un altro interrogativo aperto è ‘che fine ha fatto la Fondazione Teatro Comunale?’. Domande simili potremmo porne a decine: i luoghi violentati dall’interesse di pochi vanno dal Parco Baden Powel al Parco Caserta a Pentimele ed a tutti gli spazi verdi non gestiti tanto meno curati, solo per citarne alcuni.

Verranno messi in atto dei veri e propri blitz per ricostruire storie, fare proposte: per amare davvero la città è necessario battersi con ogni mezzo perché le cose cambino, perché si possano abbattere le barriere architettoniche e mentali che stanno serrando Reggio, barriere contro cui si scontrano le realtà che operano nel sociale. La Corrireggio sarà aperta da Nunzia Coppedè, presidente della FISH Calabria (Federazione Italiana per il Superamento dell’Handicap).

Il programma di quest’anno è più che denso:

19 Aprile alle 17 presso l’Accademia di Belle Arti si inaugurerà la mostra CREATIVAMENTE- Spot School Award, lavori creativi pubblicitari sui temi ambientali e mezz’ora dopo, nell’Aula Magna si terrà l’incontro sul tema “Ambiente e creatività sociale. Il messaggio pubblicitario per l’educazione alle buone pratiche ambientali”.

Si prosegue venerdì 20 Aprile all’Università per Stranieri ‘Dante Alighieri’, con “La città ancora nemica” dedicato a Miriam Massari in collaborazione con AISLA Onlus e Circolo Cultura Fotografica; a seguire MOVIMENTI E STATICITA’, proiezione di fotografie di Osvaldo Pieroni.

Sabato 21 saranno protagonisti gli studenti della scuola media Vitrioli e del comprensivo Lazzarino di Gallico, con le iniziative “ORO VERDE FUMO NERO- Alla riscoperta del bergamotto” presso il Museo del bergamotto e “CENTO STRADE PER GIOCARE”. Al Campo Scuola C.O.N.I si terrà il Primo Trofeo Sagittarius a cura del C.S.I.- Centro Sportivo Italiano e dell’Associazione “L’Aquilone”. Nel pomeriggio sarà protagonista nuovamente l’arte con “FATECI SPAZIO”, giornata evento organizzata da Spazio Teatro & C.Re.S.Co e il Circolo del Cinema “Cesare Zavattini”, in cui si terranno una performance teatrale, un confronto sugli spazi per la cultura in città e la proiezione di una selezione di cortometraggi.

Domenica 22 la giornata si apre con un’escursione guidata alla Collina d pentimele a cura del CAI con relativa riflessione collettiva sul luogo dissestato ormai da una frana e non ripristinato. Quasi contemporaneamente a Piazza Camagna sarà possibile assistere ad un momento di formazione creativa e sensibilizzazione ambientale, in collaborazione con Action Aid e il gruppo scout Agesci RC1. Nel pomeriggio dalle 17 in prossimità degli ormai noti gazebo, assurti a simbolo del degrado cittadino, si terrà UN ALTRO MODO D’A/MARE: blitz creativo a cura di Legambiente Giovani, con la collaborazione e la media partnership di Terrearse.

Lunedì 23 e martedì 24 verranno messi in atto altri blitz presso alcuni significativi spazi urbani collettivi.

Si giungerà così al mercoledì 25 ed alla Corrireggio, a partire dalle ore 9 a Piazza Indipendenza.

Sabato 28 Aprile, infine, alle ore 10 presso la sala del Dopolavoro Ferroviario, avverrà la premiazione dei vincitori della marcialonga.

Per ulteriori informazioni continuate a seguire gli aggiornamenti su questo magazine.

Letizia Cuzzola

il programma completo